Novara in Rete

Novara in Rete – Studio di fattibilità per definire la rete ecologica in provincia di Novara



  • Gli organismi vegetali e animali durante la loro vita hanno necessitano di spostarsi per sopravvivere e diffondere i propri geni. Infatti, per ogni funzione vitale che essi devono svolgere necessitano di ambienti e risorse adatte. Questi spostamenti possono essere su grandi distanze, come ad esempio le migrazioni degli uccelli, o su distanze brevissime, come la ricerca di cibo per alcuni insetti. La caratteristica comune che deve sussistere è l’idoneità alla presenza degli ambienti attraverso cui le specie si spostano. Questi spostamenti sono essenziali per la sopravvivenza delle specie, impedirli significa, quindi, compromettere l’esistenza dell’intera popolazione. Una rete ecologica è costituita da diversi elementi. Il progetto “Novara in rete” nasce dalla necessità di rielaborare una rete ecologica della provincia di Novara su solide basi naturalistiche, verificare lo stato di fatto della pianificazione territoriale, rinforzare la salvaguardia della rete fluviale e dei canali.
  • Il progetto vede la collaborazione di diversi soggetti:
    • Ente richiedente: LIPU
    • Partner: Università degli Studi di Pavia e Provincia di Novara
    • Co-finanziatore: Regione Piemonte e ARPA Piemonte
  • Fulcro essenziale sono le “core areas” o aree sorgenti ad elevata naturalità, in cui si concentrano le densità maggiori di specie e individui. Queste aree possono essere rappresentate da parchi o riserve, ma anche da lembi di naturalità immersi nel paesaggio agricolo o urbano, come boschi o zone umide. Queste aree sono poi connesse tra loro da “corridoi” che possono assumere diverse forme e caratteristiche: elementi lineari a grande o piccola scala, elementi non continui di naturalità definiti “stepping stone”, ad esempio piccole aree umide o boschetti o, ancora, una matrice diffusa permeabile alla dispersione di piante e animali. Di consueto si differenziano i corridoi “primari” da quelli “secondari”, altro elemento importante della rete ecologica è il “varco”, ossia quella porzione di corridoio interessata da una notevole riduzione della sua dimensione o impoverimento della sua qualità ambientale tale da poter mettere a rischio la funzionalità dell’intero corridoio.
  • Sotto il coordinamento del Dipartimento di Scienze della Terra e dell’Ambiente dell’Università degli Studi di Pavia, saranno curate le seguenti azioni:
  • ● Azione A.2: Inquadramento naturali-stico (marzo 2014 – luglio 2015);
  • ● Azione A.3: Individuazione delle aree “Sorgenti di biodiversità” (marzo 2014 – luglio 2015);
  • ● Azione A.4: Redazione della carta delle connessioni ecologiche (luglio 2015 – dicembre 2015);
  • ● Azione A.5: Approfondimenti fauni-stici (marzo 2014 – luglio 2015). Verrà quindi redatta una Carta di connessione ecologica del territorio provinciale a scala 1:10.000.
Translate »
Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial
RSS