Cooperazione

Repubblica d’Albania – 2016

Strengthening National Capacities in Nature Protection and Preparation for Natura 2000 Network



  • Il progetto “Strengthening National Capacities in Nature Protection and Preparation for Natura 2000 Network” all’interno del framework “Support to the Environment and ClimateChange Sector – (SECCS) Measure 2 ” ha come ente richiedente l’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo – Ministero degli Affari Esteri della Repubblica Italiana e partner tecnici l’International Union for the Conservation of Nature (IUCN) e la Società Botanica Italiana (SBI). La controparte Istituzionale e primo beneficiario è il Ministero dell’Ambiente Albanese. Le comunità locali delle aree protette in cui si svolge il progetto sono altri beneficiari, insieme alle organizzazioni e istituzioni scientifiche del PaeseScopo principale del progetto è quello di contribuire all’allineamento del quadro normativo locale all’acquis comunitario in tema ambientale, sviluppandosi principalmente sull’attuazione di almeno 5 piani di gestione in altrettante aree protette e sulla individuazione di siti di importanza comunitaria per la rete Natura 2000.
  • Le cinque aree selezionate sulle quali si stanno attuando i piani di gestione, comprendono il Parco Nazionale di Divjaka-Karavasta per la regione di Fier, il Parco Nazionale di Bredhi i Hotoves per la regione di Gyrokastro, il Parco Nazionale del Monte Tomorri per la regione di Berat, la Riserva Naturale del Lago di Scutari, omonima regione, la Riserva Naturale di Korab-Koritnik per le regioni di Diber e Kukës. Ad ulteriore rafforzamento delle capacità istituzionali albanesi su tutto il territorio nazionale, alcune azioni del progetto si svolgono anche nel sistema di aree protette del Monte Llogara e parte terrestre di Karaburun, la Riserva Naturale della laguna di Narte (Regione di Valona), il Parco Nazionale del Monte Dajti (regione di Tirana), nonché il Parco Nazionale di Shebenik-Jabblanice (regione di Elbassan) e la Riserva Paesaggistica di Bune-Velipoje (regione di Scutari).
  • Sulla base della strategia di intervento per ogni area target, conseguente all’analisi dei Piani di Gestione ed in coerenza con il Piano strategico dell’Agenzia Nazionale delle Aree Protette, il Progetto  sta avviando l’attuazione dei gruppi di azione che si rivolgono alla promozione di una fruibilità sostenibile e mirata delle Aree Protette (A2.2), in particolare attraverso la realizzazione di infrastrutture secondo le esigenze individuate dai piani di gestione, quali sistemi di sentieri, torri di avvistamento, segnaletica e pannelli informativi (A2.2.4).
  • In qualità di esperto MAE ho ricoperto un incarico di breve missione in Albania con l’obiettivo principale di realizzare un Piano di Sviluppo per le infrastrutture di fruizione turistica e monitoraggio.
  • Gli obiettivi specifici del progetto possono essere riassunti come di seguito:
    1. Visita di una selezione di aree protette targetal fine di valutare lo stato attuale dei sentieri escursionistici esistenti e delle esistenti o potenziali infrastrutture, pannelli informativi e tutte le altre infrastrutture da adibire alla fruibilità turistica, e alla gestione territoriale dell’area in conformità con i Piani di Gestione delle aree protette Parco Nazionale di Tomorri, Riserva Paesaggistica di Narte, Sistema Parco Nazionale Karaburun-Llogara, Parco Nazionale Bredhi-Hotoves, Riserva Naturale Korab-Koritnik, Parco Nazionale di Divjiaka-Karavasta, Riserva Naturale del Lago di Scutari.;
    2. Progettazione di soluzioni infrastrutturali adeguate all’affluenza dei pellegrini presso il sito Bektashi del Parco Nazionale di Tomorit;
    3. Attività di formazione tecnica durante gli esercizi di riabilitazione di alcuni sentieri selezionati allo scopo e nello specifico presso i Parchi Nazionali di Bredhi i Hotovës e Divjakë-Karavasta rappresentativi per gli ambienti di montagna e di pianura. In questo ambito formativo, è stata effettuata la marcatura a norma dei sentieri (in relazione agli standard nazionali stabiliti dalla National Agency for Protect Areas) e definizione di tutte le indicazioni tecniche per la produzione di apposite mappe di conformità con i suddetti standard nazionali;
    4. Definizione delle priorità di intervento per la ristrutturazione di sentieri già esistenti e per il posizionamento di cartelli informativi, punti di osservazione e altri importanti siti come aree di sosta, punti di interesse e aree campeggio;
    5. Elaborazione delle raccomandazioni per la cura e la manutenzione dei sentieri e per tutte le infrastrutture suggerite.
Attività formativa personale Regional Agency for Protect Areas
Attività formativa personale Regional Agency for Protect Areas
Please follow and like us:

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial
RSS